Il nuovo bando Interreg Italia-Svizzera per il post emergenza

Il bando Interreg Italia-Svizzera 2020 mette a disposizione oltre 6,6 milioni di euro per la parte italiana e più di 9,7 milioni di CHF per la parte svizzera, destinati al finanziamento di progetti di cooperazione transfrontalieri. Competitività delle imprese, integrazione delle comunità e rafforzamento della governance transfrontaliera per rispondere all’emergenza coronavirus. Sono questi i temi al centro del bando 2020 del programma di cooperazione Interreg Italia-Svizzera V-A 2014-2020. 

Il bando sostiene e finanzia la collaborazione transfrontaliera tra imprese, anche con il coinvolgimento delle loro rappresentanze, centri di ricerca ed enti pubblici, con l’obiettivo di integrare e modernizzare il sistema economico dell’area e di rafforzarne la competitività e incentiva la collaborazione di soluzioni condivise per migliorare la fruizione e la qualità dei servizi socio-sanitari e socio-educativi, in particolare in favore delle persone con limitazioni dell’autonomia, affette da disabilità e a rischio di marginalità. Inoltre, promuove le capacità di coordinamento e collaborazione delle amministrazioni, anche in una logica di governance multilivello, e si propone di migliorare i processi di partecipazione degli stakeholders e della società civile.

Il Programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014-2020 contribuisce agli obiettivi della Strategia Europa 2020 e della Nuova Politica regionale svizzera (NPR), affrontando i bisogni comuni ai due versanti della frontiera e proponendosi di generare un significativo cambiamento nell’area di cooperazione, tanto in termini di crescita della competitività quanto di rafforzamento della coesione economica e sociale. Le domande di adesione sono operative dal 10 dicembre 2020 e fino ad esaurimento delle risorse. La dotazione finanziaria di Programma ammonta a € 157.606.773 di cui € 100.221.466 a valere sul FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) da parte dell’Unione europea, € 18.059.590 di quota nazionale pubblica e privata e di € 39.325.717 di parte svizzera (pari a 42.960.000 CHF dei quali 21.480.000 CHF di finanziamento federale e cantonale). Il programma emana appositi Bandi  per la raccolta di proposte progettuali, con le cui attività perseguire le proprie finalità. Una programmazione in linea con i regolamenti comunitari, la Nuova Politica regionale svizzera (NPR) e i bisogni comuni, sui due versanti della frontiera.

Approfondimento di Domenico Letizia pubblicato dal Think Tank “Imprese del Sud“.

Pubblicato da Euromed International Trade su Domenica 27 dicembre 2020

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *