Diritti Umani, l’Europa apra gli occhi sull’Iran

Negli ultimi giorni sembra ritornata l’attenzione mediatica sulla sistematica violazione dei diritti fondamentali e della dignità umana in corso nella Repubblica islamica iraniana. Il 9 aprile, il Presidente iraniano Hassan Rouhani ha dichiarato che gli Stati Uniti sono i ​​veri “leader del terrorismo mondiale”, dichiarazioni successive all’ufficializzazione da parte Usa del Corpo delle Guardie della Rivoluzionarie Islamica (IRCG) come organizzazione terroristica internazionale. “Chi sono per etichettare le istituzioni rivoluzionarie come terroristi?” ha affermato Rouhani in un discorso trasmesso dalla televisione di stato. “Vogliono usare i gruppi terroristici come strumenti contro le nazioni della regione. Sono loro i capi del terrorismo mondiale. Chi sta propagando e incoraggiando il terrorismo nel mondo di oggi? Chi voleva usare l’ISIS come strumento? Ancora oggi l’America nasconde gli autorevoli membri dell’ISIS, e non è disposta a dire ai governi regionali dove si nascondono”, ha affermato Rouhani che ha successivamente citato l’abbattimento dell’Iran Air Flight 655 nel luglio 1988 da missili lanciati dalla nave militare statunitense USS Vincennes. “Chi ha abbattuto il nostro aereo di linea civile nelle acque del Golfo Persico?” ha ribadito, aggiungendo che tale gesto era finalizzato a intimidire l’Iran. La polemica internazionale nasce in seguito alla scelta da parte dell’amministrazione Trump di inserire il Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica iraniana (IRGC) nell’elenco delle organizzazioni terroristiche. In un recente comunicato, la Casa Bianca ha dichiarato: “Questo passo senza precedenti, proposto dal Dipartimento di Stato, riconosce la realtà che l’Iran non è solo uno Stato sponsor del terrorismo, ma che l’IRGC partecipa attivamente, finanzia e promuove il terrorismo come strumento di governo. L’IRGC è il mezzo principale del governo iraniano per dirigere e attuare la sua campagna terroristica globale. Con questa azione chiariamo quali sono i rischi connessi all’entrare in affari con o fornire supporto all’IRGC. Chi entra in affari con l’IRGC, finanzia il terrorismo. Questa azione invia a Teheran un chiaro messaggio che il sostegno al terrorismo comporta gravi conseguenze”.

Articolo pubblicato dal quotidiano “Nuovo Corriere Nazionale“.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *